Porta Martana

Scheda tecnica

Porta Martana

Autore: Ignoto
Datazione: 1564 - 1568
Ubicazione: Piazza Martana

Porta Martana è una delle due porte che si aprivano nella cinta muraria costruita dal principe Alberico I nella seconda metà del XVI secolo. Anticamente detta Porta Toscana, permetteva di uscire verso il Prado, uno dei più antichi villaggi massesi1. La nuova porta sostituì una precedente struttura medievale, chiamata Porta Santa Maria, collocata in prossimità di Piazza Martana.

Discretamente conservata negli elementi strutturali presenta un disegno classicamente cinquecentesco, articolato nell’ampio portale a bugne, nelle cortine laterali parzialmente bugnate e dotate di nicchie per statue di soggetto religioso, ora mancanti, e di falconiere con funzione difensiva2. Il materiale utilizzato per la realizzazione del portale che racchiude l’arco è un calcare cavernoso. Sopra l’arco, all’interno di una campitura scandita da due cornici, si trova questa epigrafe “ALBERICUS CYBO MALASPINA SACRI ROMANIU IMPERII CIVITATISQUE MASSAE PRINCEPS & C.”3.

Oggi la porta, stretta tra due edifici ottocenteschi, ha perso molta della sua imponenza, che invece è evidente nei disegni seicenteschi.

Show 3 footnotes

  1. Massimo Bertozzi, Massa (Genova: Sagep Editrice, 1985),131.
  2. E. Dolci, “L’arredo urbano di Massa e Carrara: note e osservazioni”, in Il tempo di Alberico (Pisa: Pacini, 1991), 178.
  3. Nicola Gallo, Guida storico-architettonica dei castelli della Lunigiana toscana  (Prato: Istituto valorizzazione castelli, 2002), 313-314.